Quando il tempo si fa brutto, i turisti iniziano a visitare: il piano B della vacanza “Made in Italy”

Original e0fac757d1

La amiamo, la odiamo, talvolta la disprezziamo o sottovalutiamo. Ma lei è sempre pronta a stupirci. Sa sempre come svelare un lato nascosto di sé. Riesce sempre a mostrare il suo lato affascinante, malizioso, unico. Lei è l'Italia. Uno stivale antico, dalla pelle vissuta ma sempre “alla moda”; delicato dalla testa al tacco, passando per la punta e non solo. Impreziosito da gemme di rara bellezza (vedi alla voce “mare” e “città d'arte”), il nostro Paese è davvero il top di gamma. Abbiamo tutti gli optional necessari: spiagge incantevoli, acque cristalline, scogliere mozzafiato, baie paradisiache da far invidia ai migliori Caraibi.

Certo, ma quando sei al mare ed il tempo è ballerino che si fa? Tranquilli, perché lei, la nostra Italia, ha sempre un piano B pronto per noi! Anche in quelle giornate piovose e grigie, nelle quali sembra non esserci nulla di bello da vedere. Proprio in quel momento lei ci fa rimanere a bocca aperta, regalandoci la possibilità di visitare musei, siti archeologici, luoghi famosi o sconosciute stradine di paese nelle quali sono nascosti piccoli tesori.

Ecco 3 idee da utilizzare in caso di pioggia:

  1. Parola d'ordine “visitare”! Che cosa? Oltre al classico museo o sito archeologico, abbiamo tantissime altre potenziali mete interessanti. Ad esempio un vivaio (lasciatevi inebriare dal profumo dei fiori!); una azienda o fabbrica presente sul territorio (ad esempio un produttore di biscotti, di vini, ecc.). E ancora: delle piccole chiesette o palazzi d'epoca; negozietti di piccoli artigiani che possano mostrarci gli antichi mestieri ed i loro utensili; case di personaggi illustri. Inoltre non dimentichiamoci che, spesso, l'entroterra è uno scrigno di segreti, quindi non fermiamoci solo sulle coste!
  2. Ricercare qualche evento (culturale, musicale, ecc.) nella zona. Spesso danno la possibilità di uno svago simpatico e “low cost”. Ci si può divertire con poco ed è un'occasione per scoprire talenti nuovi o nuove persone interessanti. Gli uffici turistici locali sapranno certamente darvi qualche dritta sugli eventi in programma. NB: Se stai stesa/o a dormire sul divano ti perdi grandi occasioni, cara/o mia/o!
  3. Prendere l'ombrello ed uscire ugualmente! Bando alla pigrizia, scarpe comode...and go! Non hai idea di quali colori meravigliosi possano esserci anche in un giorno di pioggia. No, non parlo delle 50 sfumature di grigio! Bensì di quei riflessi unici che caratterizzano oggetti/monumenti/strade quando sono bagnate dalla pioggia. Se sei un Instagramer sai di cosa parlo! Non perdere l'opportunità di fare ugualmente due passi e di immortalare (nella mente o in una fotografia) un particolare, anche piccolo ed apparentemente insignificante, di una giornata così. Imparare a vedere le cose da un'altra prospettiva aiuta a crescere!

Una cosa categoricamente da evitare è quella di rinchiudersi in un centro commerciale. Anche se (soprattutto noi donne) amiamo lo shopping sfrenato (di qualsiasi bene o servizio acquistabile), evitiamo di “sprecare” tutto il nostro tempo in questi luoghi di perdizione e “spendizione”! Sia chiaro: un giro nei negozi è sacrosanto ma oltre lo shopping c'è di più. Le zone costiere italiane rappresentano una tela dai mille colori ed è impossibile non rimanere a bocca aperta. Non possiamo perdere nemmeno un attimo di questo spettacolo poliedrico.

La cultura mediterranea ha un valore inestimabile e, troppo spesso, ce ne dimentichiamo. D'ora in avanti diamole più fiducia. Vedrete che lei, la nostra Italia, continuerà a sorprenderci. Teniamoci pronti, dunque, per continuare a stupirci con lei ed impariamo a valorizzarla nella sua interezza ed unicità: dai mari ai monti, dall'arte alla cultura. Il pieno di emozioni è assicurato!



Alessandra Voto

L'angolino di Ale

http://langolinodiale.com/

Altri articoli